Tanti parrocchiani sanno che cos’è l’associazione Caritas e le attività che pedissequamente promuove in una sottile e resistente rete di carità. Il centro di ascolto e il servizio alimentare sono delle realtà ormai consolidate, ma la Caritas è fatta anche di tanti colloqui con persone che hanno bisogno anche solo di raccontarsi e di percepire che non si è soli. Da due anni è nata anche una nuova realtà legata al mondo della carità e del volontariato. Un piccolo gruppo che fa parte della Caritas ha realizzato, con il sostegno della San Vincenzo, un mercatino dell’usato e del riuso. Si tratta di recuperare e offrire, a prezzi simbolici a chi ne ha bisogno, tutte quelle cose che oramai non usiamo più ma che sono ancora in buono stato. Il mercatino del “riuso” si trova negli stessi locali del centro d’ascolto della Caritas, cioè nel pianterreno della canonica, locali che sono stati per l’occorrenza ampliati “sfrattando” il locale lavanderia della canonica che, con il tempo si era reso superfluo. E’ un piccolo segno di un’attenzione al prossimo che s’allarga attraverso nuove idee e corresponsabilità laicali. Ed anche questa nuova iniziativa è un piccolo seme che tutti speriamo cresca e diventi un grande albero.